Dopo aver animato per quasi vent’anni le estati della città di Aosta grazie all’evento dei “Cori al Teatro Romano”, manifestazione che ha portato in Valle oltre trenta formazioni corali di prestigio nazionale ed internazionale, dal 2012 l’Associazione culturale Coro Penne Nere di Aosta propone la rassegna “Monumenti in-Cantati / Monuments en-Chantés”.

Grazie a questo progetto, il Coro si propone di andare alla ricerca di un nuovo connubio tra alcune delle più belle architetture della Valle d’Aosta e la musica: luoghi, castelli, forti e costruzioni storiche diventano così un nuovo palcoscenico per il canto corale, dando vita ad esperienze artistiche nuove e sorprendenti. Questa rassegna ha come scopo, oltre a portare nella nostra Valle d’Aosta il bel canto e la cultura di altre realtà italiane e straniere, la valorizzazione della storia della nostra Regione.

Proponendo di cantare, ogni anno, in un’architettura storica diversa della nostra Regione (chiese, castelli o monumenti risalenti alla vecchia città romana Augusta Praetoria), il Coro Penne Nere crede di poter portare la musica e i suoi valori in luoghi tutt’altro che scontati.

La rassegna presenta un’ulteriore particolarità rispetto ad altre iniziative promosse dallo stesso Coro Penne Nere: se eventi come il sopracitato “Cori al Teatro Romano” o l’annuale concerto di Natale, organizzato a fini di beneficienza al Teatro Giacosa di Aosta da più di vent’anni, hanno sempre richiamato un pubblico molto numeroso (l’esibizione natalizia si attesta su una media di più di quattrocento spettatori all’anno), il progetto “Monumenti in-Cantati – Monuments en-Chantés” si rivolge, invece, ad un numero di spettatori più ridotto. Una delle caratteristiche delle sale e, più in generale, dei luoghi individuati per ospitare la serata della rassegna è infatti quella di essere costituita da ambienti raccolti, intimi, dove il concerto possa trasformarsi in momento di condivisione quasi famigliare.

Rispetto alla precedente rassegna, per la quale il fondale è sempre stato rappresentato dalle millenarie tracce del Teatro Romano, le locations scelte per ospitare “Monumenti in-Cantati – Monuments en-Chantés” si sono sempre rivelate come dei luoghi dove poter mettere, per una volta, la musica, ed in particolare il canto corale, al primo posto, riuscendo a stupire, per la qualità delle architetture, ma anche per le inaspettate qualità acustiche degli ambienti, sia il pubblico intervenuto che il Coro ospite.
Ulteriore scopo della nostra manifestazione è dettato dalla volontà di creare uno scambio con altre realtà canore, proseguendo così la più che cinquantennale tradizione di condivisione della gioia del canto intrapresa dal Coro Penne Nere dalla fine degli anni cinquanta.

©2019 MIZUgraphicsandmore - VN grafica\stampa\web